Informativa:
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sul pulsante "Maggiori informazioni" Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

 

Milano 2, 18/06/2014                                                       Comunicato n° 20

 

Oggetto: FATTI CRIMINOSI

Due Residenti di Milano 2 sono stati oggetto di un fatto molto grave già denunciato formalmente al Comando dei Carabinieri di Segrate.

Si è trattato del lancio, da parte di un gruppo di ragazzini, subito dopo fuggiti, di un sasso di grosse dimensioni (cm 17) e del peso di kg.1.2.

Fortunatamente le due Signore coinvolte non hanno subito danni come pure l’auto nelle vicinanze.

La notte seguente a questo evento la Vigilanza ha intercettato un gruppo di ragazzini che si davano immediatamente alla fuga lasciando nelle vicinanze un piccolo deposito di sassi sul tipo di quello oggetto del lancio.

Sono ora in corso contatti con le Forze dell’Ordine per impostare un programma di dissuasione e prevenzione per simili fatti che purtroppo alcune persone considerano alla stessa stregua di scherzi infantili ma che in effetti possono avere gravissime conseguenze.

Poiché non ci è stato possibile sapere se i ragazzini coinvolti siano residenti o proveniente da altre zone chiediamo a tutti i genitori nostri residenti di rivolgere un forte invito ai propri figli affinchè gli stessi non si facciano coinvolgere in siffatte azioni.

Cordiali saluti.

Massimo Frugone


 

Milano 2, 16/06/2014                                                       Comunicato n° 19

 

Oggetto: ATTIVITA’ STRAORDINARIE ESERCIZIO 2013 – 2014

A seguito del mancato quorum dell’Assemblea del 27 Maggio u.s. e da qui l’impossibilità a deliberare sui temi previsti dall’ “ordine del giorno”, si è reso necessario, con il supporto del Comitato Comprensoriale, individuare possibili soluzioni alternative che consentano al Comprensorio una corretta gestione anche se in termini ridimensionati rispetto al pianificato.

I punti rimasti in sospeso sono :

Modifica art.20 del Regolamento. L’articolo rimane invariato. In caso di ritardati pagamenti da parte delle Residenze permane rischio di pagamento ritardato dei dipendenti del Comprensorio.

Modifica art.21 del Regolamento. L’articolo rimane invariato. La penale da applicare per ritardati pagamenti rimane al 12% oltre all’applicazione degli interessi legali.

Sul tema dei ritardati pagamenti da parte delle Residenze, come discusso nelle due Assemblee e successivamente ribadito dal recente costituitosi nuovo Comitato Comprensoriale, l’Amministratore è stato invitato ad utilizzare, senza tolleranza alcuna, gli strumenti previsti sia dal Regolamento Comprensoriale che dalle normative vigenti.

Richiesta apertura di credito. La banca BPS senza delibera dell’Assemblea non rilascia alcun fido. Viene pertanto deciso di costituire un apposito fondo utilizzando gli importi delle penali addebitate alle Residenze ritardatarie nei pagamenti.

Causa Comprensorio / Com-It. Nessuna possibilità di mediazione.La pratica legale segue il suo percorso.

1° udienza l’8 Ottobre p.v.

Causa Comprensorio / Verande abusive. La pratica legale segue il suo percorso.

1° udienza 21 Ottobre p.v.

Spese straordinarie : Infiltrazioni Residenza Ponti. Il progetto viene al momento accantonato .

Sono in corso contatti con il Comune di Segrate per capire le possibili conseguenze derivanti dalla mancata attuazione di questa loro “forte” richiesta di intervento.

Spese straordinarie : Spese manutentive varie.

La mancata manutenzione sia edile che tecnica con il rischio di vedere avanzare il degrado in Milano 2 richiedono immediate soluzioni. Mentre viene annullato il piano spese straordinarie, per le spese ordinarie,

l’articolo 18 del Regolamento consente, con il parere del Comitato Comprensoriale, una eventuale modifica del bilancio di previsione spese non superiore al 10% dell’ammontare complessivo del preventivo.

Si adotterà questa soluzione cercando di comprimere al massimo queste spese.

Nuova convocazione di Assemblea per attività straordinarie.

Considerato l’attuale periodo estivo e la prevista chiusura dell’esercizio 2013/2014 per la fine del mese di Settembre p.v. , si ritiene che non vi siano   le condizioni per una nuova convocazione di Assemblea che prevede la presenza maggioritaria o la delega di tutti i condomini di Milano 2.

I temi rimasti in sospeso saranno pertanto oggetto di attenzione per la preparazione del piano spese del prossimo esercizio.

Cordiali saluti.

Massimo Frugone

 

 


 

Milano 2, 26/05/2014                                                                                

 

VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DESERTA:

Il giorno 20 Maggio 2014 alle ore 9,00, si è riunita in PRIMA CONVOCAZIONE presso la Portineria Centrale di Milano2, l’Assemblea Ordinaria sulle materie Ordinarie del Supercondominio Comprensorio di Milano2.

Si dà atto che, essendo trascorsi 40 minuti poiché nessun Rappresentante Condominiale si è presentato, l’Amministratore dichiara deserta l’Assemblea.

                                                          

 Amministratore

Massimo Frugone

VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 21 MAGGIO 2014:

Il giorno 21 Maggio 2014 alle ore 21,00, presso la Portineria Centrale di Milano2, si è tenuta in SECONDA CONVOCAZIONE l’Assemblea Ordinaria sulle materie Ordinarie del Supercondominio Comprensorio di Milano2 per deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. ESAME RENDICONTO SPESE DI GESTIONE ESERCIZIO 1.10.2012 - 30.9.2013.
  2. NOMINA AMMINISTRATORE ESERCIZIO 1.10.2013 - 30.9.2014.
  3. NOMINA MEMBRI COMITATO COMPRENSORIALE ESERCIZIO 2013 - 2014.
  4. ESAME   BILANCIO DI PREVISIONE PER LE SPESE ORDINARIE ESERCIZIO 1.10.2013 - 30.9.2014
  5. VARIE ED EVENTUALI.

Ad unanimità viene designato a presiedere l’Assemblea il dott. Galano Francesco, mentre funge da Segretario l’Amministratore, sig. Frugone Massimo.

 

Premessa

 

Nomine Rappresentanti Condominiali

L’Amministratore, dopo aver illustrato la situazione delle nomine dei Rappresentanti Condominiali, ringrazia Amministratori e Rappresentanti per l’impegnativa azione svolta che ha consentito, con i risultati ottenuti, di vedere rappresentate n. 26 Residenze su 28, delle quali n. 24 presenti in questa Assemblea.

Il dott. Pomati (Res.za Sorgente) evidenzia che i Rappresentanti nominati dalle Assemblee Condominiali senza che si fosse raggiunto il quorum richiesto dalla nuova normativa potrebbero essere considerate non valide   e comportare il rischio che delibere dell’Assemblea Comprensoriale potrebbero   essere oggetto di possibile contestazione ed impugnazione. Chiede che sia messo a verbale che la Residenza Sorgente esprime voto contrario al coinvolgimento di quelle Residenze che non hanno ottenuto la regolare nomina del Rappresentante.

L’Amministratore informa che la sommatoria dei millesimi rappresentati dai Rappresentanti Condominiali eletti secondo le condizioni previste dalla nuova normativa raggiunge comunque 677,51 millesimi. Evidenzia inoltre che le delibere con le quali sono stati eletti a maggioranza i Rappresentanti Condominiali, anche senza il quorum qualificato, trascorsi 30 gg. dal rilascio e dal ricevimento del verbale dell’Assemblea senza alcuna impugnazione, sono state considerate valide a tutti gli effetti in quanto automaticamente sanate. Segnala infine che il Comprensorio non può entrare nel merito delle votazioni tenute nelle Assemblee Condominiali come pure di fronte a comunicazioni degli Amministratori di Residenza che attestano ufficialmente l’avvenuta nomina .

Terminata la discussione su questo argomento, si procede ad esaminare i temi previsti dall’Ordine del giorno.

  1. Esame e ApprovazioneEsercizio 2012 / 2013

Dopo aver illustrato i dati economici gestionali complessivi, risultati essere in perfetta linea con il piano approvato, l’Amministratore focalizza l’attenzione su alcuni aspetti critici.

Disponibilità di cassa

L’Assemblea, esaminati i flussi di cassa che dimostrano ritardi nei pagamenti delle quote di spese amministrative, d’accordo con l’Amministratore, conferma, nel caso di ritardi, la necessità di attuare quanto previsto dal Regolamento e cioè l’applicazione delle penali e

l’avvio della procedura di ingiunzione al pagamento.

Il Sig. Sbrogiò (Res.za Cantone) richiama l’attenzione dell’Assemblea sulle difficoltà che avranno gli Amministratori nella gestione delle penali all’interno delle Residenze con possibili conflittualità tra i condomini regolarmente paganti e i ritardatari nei pagamenti.

Sempre sul tema delle penali viene evidenziato dal sig. Orazi (Res.za Fontanile) che l’applicazione della percentuale del 12%, come da Regolamento, risulta oggi giorno essere troppo elevata con il rischio che possa   essere configurata come   forma di usura.

Infiltrazioni

Nel 2012 / 2013 sono stati continui gli interventi a tampone sul fronte delle infiltrazioni delle passeggiate delle Residenze a schiera. Su questo tema si dovrà fare una attenta valutazione in quanto la situazione complessiva delle infiltrazioni è in continuo peggioramento.

L’ing. Ferrario (Res.za Alberata) ricorda che l’Amministratore ha l’obbligo di “conservazione della cosa comune”intervenendo ove necessario.

L’intervento potrà essere sottoposto all’istituto di ratifica in sede successiva.

La dott. ssa Casati (Res.za Fiori) precisa che laddove si evidenzino situazioni di potenziale rischio per cose e /o persone l’Amministratore deve comunque intervenire.

Anche l’ avv. Verdesca (Res.za Archi ) ribadisce che di fronte a situazioni che richiedono riparazioni urgenti l’Amministratore deve assolutamente intervenire.

Il dott. Buratto ( Residenza Ponti ) segnala che per questi casi il fornitore selezionato dal Comprensorio dovrebbe sempre ottenere, prima dell’avvio ai lavori, il gradimento della Residenza coinvolta.

Sicurezza e Vigilanza

L’Assemblea prende atto delle statistiche e delle analisi effettuate sui fatti criminosi avvenuti ed invita l’Amministratore a mantenere sempre alta l’attenzione della Vigilanza su questo delicato problema.

Illuminazione stradale

Viene illustrato lo status di avanzamento di questo progetto ed il relativo piano di implementazione che prevede, come priorità, l’avvio delle prime installazione nella Zona Nord di Milano 2 (Andromeda, Querce, Tre Fili e Seminario) a cui poi farà seguito la Zona Sud.

L’arch. Hoffer (Res.za Tre Fili) chiede conferma che insieme alla installazione delle piastre LED per le zone di competenza delle Residenze si realizzi anche un piano di lavoro coordinato che contempli anche la installazione delle piastre LED per i lampioni di competenza comprensoriale al fine di assicurare continuità di illuminazione lungo i percorsi principali del Quartiere.

Il dott. Pomati segnala che la Residenza Sorgente ha recentemente deliberato a favore del progetto e chiede conferma che il Comprensorio abbia già richiesto l’importo necessario per ordinare le loro piastre LED.

Anche il sig. Sbrogiò segnala che la Residenza Cantone ha deliberato per l’adesione a questo progetto ma problemi economici del momento non consentono di sostenere immediatamente questa spesa.

Il dott. Motti (Res.za Sagittario) segnala che sul mercato della energia operano aziende che propongono soluzioni contrattuali con risparmi significativi. L’Amministratore conferma che anche il Comprensorio ha già esaminato questa alternativa ma che ha deciso, prima di coinvolgere formalmente queste società con esercizi e proposte varie, di implementare completamente il progetto piastre LED in maniera da poter disporre, per i consumi energetici, di una nuova base di riferimento su cui sarà poi più semplice confrontare le soluzioni che ci potranno essere prospettate.

Degrado

Sul degrado l’Assemblea prende atto dei risultati sino ad oggi ottenuti e delle azioni attualmente in corso ed invita a proseguire su questo programma a tutela del Quartiere.

Status azioni legali in corso

  • Causa Spinozzi (Pratica risalente al 2008 per infiltrazioni Residenza Portici).

Sono alti i rischi che incontreremo a rendere esecutiva la sentenza già pronunciata a nostro favore, in quanto le proprietà della Ditta Spinozzi in corso di vendita sono già gravate di ipoteche da parte di Equitalia. Il dott. Buratto (Res.za Ponti) invita l’Amministratore, in occasione di assegnazioni di lavori importanti, a chiedere alle società coinvolte garanzie, referenze e fideiussioni .

  • Ricorso in Cassazione contro Fondo Mario Negri.

Si è ancora in attesa di una sentenza che dovrebbe essere emessa verso fine anno/inizi 2015.

  • Causa contro verande abusive.

Viene ribadito che l’Amministratore non può aderire ad una eventuale mediazione senza la preventiva approvazione dell’Assemblea ma soprattutto non può derogare dal Regolamento Comprensoriale.

  • Progetto regolarizzazione proprietà comprensoriali.

Dopo aver avuto conferma che gran parte dei problemi emersi hanno avuto una loro corretta definizione finale l’attenzione si è incentrata sul magazzino utilizzato dalla ditta Grignola (vicino alla Moschea) che risulta essere irregolare. L’Assemblea invita l’Amministratore a proseguire la trattativa con il Comune di Segrate per addivenire rapidamente ad una soluzione condivisa ( Stipula di una convenzione ).

A conclusione di quanto sopra il punto n°1 viene messo in votazione ed approvato dall’Assemblea all’unanimità.

  1. Nomina dell’Amministratore

L’Assemblea procede alla nomina dell’Amministratore confermando il sig. Frugone che accetta la nomina, ringrazia per la fiducia accordata e , come previsto dalla nuova normativa illustra tutte le condizioni del rapporto di collaborazione.

Amministratore : Massimo Frugone

Durata dell’incarico : Un anno rinnovabile di un altro anno.

Polizza di Assicurazione per responsabilità civile : Stipulata con Assicurazioni Generali con massimale pari ad € 1.000.00,00.

Onorario : € 50.000+ IVA .

C.C. Bancari (spese ordinarie e fondi per spese straordinarie ) : Conti separati accesi presso BPS.

Trasparenza : Sono disponibili per visione i registri vari previsti dalla normativa previo appuntamento presso il Comprensorio di Milano2, 4 giorni al mese e cioè il mercoledì ed il venerdì della seconda e della quarta settimana del mese, agosto escluso, dalle 15,00 alle 17,00.

  1. Nomina Membri del Comitato Comprensoriale

Prima di procedere alla votazione dei candidati a Membri del Comitato Comprensoriale il dott. Buratto (Res.za Ponti) chiede chiarimenti circa i candidati che si sono proposti pur non essendo nominati Rappresentanti Condominiali.

L’Amministratore, dopo aver illustrato le differenze esistenti tra il Regolamento Comprensoriale e le nuove normative, che per quanto riguarda la costituzione del Comitato Comprensoriale non ne fanno alcuna menzione, precisa che se anzichè convocare due Assemblee, una per le spese ordinarie e l’altra per le attività e spese straordinarie, soluzione resasi necessaria per la verifica delle deleghe in una operazione molto onerosa   in termini di tempo, tutti i partecipanti ,in quanto componenti l’Assemblea, avrebbero potuto candidarsi.

L’Avv.to Verdesca (Res.za Archi) precisa inoltre che, in caso di mancanza di indicazioni da parte della nuova normativa , chi fa testo è ancora il Regolamento Comprensoriale.

Dopo la discussione si procede alle votazioni. L’Amministratore invita i partecipanti a presenziare allo spoglio delle schede previsto per il giorno seguente.

  1. Esame Bilancio di previsione spese ordinarie - Esercizio 2013 / 2014

L’Amministratore illustra in dettaglio il piano di previsione e si sofferma in particolare su due   voci di spesa che presentano un incremento rispetto alla gestione precedente.

Si tratta del contratto di ”somministrazione di lavoro (staff leasing)” utilizzato per un nostro addetto alla vigilanza, che comporta un maggior onere   di circa il 20% ma che consente, così come richiesto dall’Assemblea del 2011, di non superare il tetto complessivo di dipendenti del Comprensorio delle 15 unità.

Per quanto attiene invece il nuovo contratto di servizio ( gestione del verde, pulizia e servizio neve) dopo aver illustrato le diverse quotazioni ottenute dalla gara tra i vari partecipanti e la migliore offerta economica della Ditta Grignola, nel dibattito che ne segue, vengono posti alcuni quesiti .

L’ing. Cavalli (Res.za Fontana) evidenzia che per l’impegno contrattuale di tre anni non è stata prevista una clausola di uscita e che i tempi di pagamento delle fatture sono da ritenersi troppo impegnativi .

Il dott. Pomati (Res.za Sorgente) segnala invece che la conclusione finale della trattativa non è stata presentata formalmente al Comitato Comprensoriale .

Su altre voci di spesa il dott. Motti (Res.za Sagittario) suggerisce che per migliorare i “recuperi di spesa ” sia valutata la possibilità di diminuire la quota di rimborso spese per la gestione dei teleallarmi con l’obiettivo di aumentare le adesioni al servizio dei teleallarmi privati con la Sala Controllo della Vigilanza.

L’Amministratore conferma che i rimborsi spese relativi ai servizi particolari forniti dal Comprensorio a favore dei singoli condomini saranno oggetto di valutazione da parte del nuovo Comitato Comprensoriale

Al termine della discussione l’Assemblea approva il bilancio di previsione spese ordinarie per l’esercizio 2013/ 2014.

I Sigg.ri Colombara (Res.za Seminario), Buratto (Res.za Ponti) e Orazi (Res.za Fontanile) esprimono invece voto contrario.

Il dott. Pomati (Res.za Sorgente) chiede che sia verbalizzato che eventuali maggiori costi derivanti al Comprensorio per le “assenze” di talune Residenze dovranno inevitabilmente gravare sulle stesse in funzione di ritardi nell'esecuzione   lavori o quant'altro.

Varie

L’Amministratore fornisce alcune notizie flash su argomenti vari rimandando l’approfondimento di questi temi alla prossima riunione di Comitato Comprensoriale già convocata per il 29 Maggio p.v.

Nulla essendoci da deliberare e nessuno avendo chiesto nuovamente di intervenire, si chiude la riunione alle ore 23,30.

                            ll Presidente                                               Il Segretario                 

                        (Galano Francesco)                                  (Frugone Massimo)

 


 

Milano 2, 28/05/2014                                                                          

 

VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA SU MATERIE STRAORDIANRIE DESERTA:

 

Il giorno 27 Maggio 2014 alle ore 9,00, si è riunita in PRIMA CONVOCAZIONE presso la Portineria Centrale di Milano2, l’Assemblea Ordinaria sulle materie Straordinarie del Supercondominio Comprensorio di Milano2.

Si dà atto che, essendo trascorsi 40 minuti poiché nessun Rappresentante Condominiale si è presentato, l’Amministratore dichiara deserta l’Assemblea.

                                                          

                                                           Amministratore

                                                          Massimo Frugone

 

 

 

VERBALE ASSEMBLEA COMPRENSORIALE ORDINARIA SU MATERIE STRAORDINARIE:

Il giorno 27 Maggio 2014 alle ore 21,00, presso la Sala Congressi del Centro Civico di Milano2, si è tenuta in SECONDA CONVOCAZIONE l’Assemblea Ordinaria sulle materie Straordinarie del Supercondominio Comprensorio di Milano2 per deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. SPESE STRAORDINARIE DI MANUTENZIONE.
  2. PROPOSTA DI MODIFICA AL REGOLAMENTO COMPRENSORIALERICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PER APERTURA DI CREDITO CON BPS.
    1. Art. 20
    2. Art. 21
  3. STATUS CAUSA COMPRENSORIO / COM.IT.
  4. STATUS CAUSA COMPRENSORIO / PROPRIETARI VERANDE ABUSIVE.
  5. VARIE ED EVENTUALI.

L’Assemblea si è costituita regolarmente avendo superato il quorum di presenze richiesto

( 428,76 millesimi rappresentati superiore ad un terzo del totale ).

Il quorum raggiunto non è stato comunque sufficiente per deliberare gli argomenti presenti “all’ordine del giorno” in quanto di natura straordinaria la cui autorizzazione richiedeva la maggioranza assoluta.

All’ Assemblea erano presenti n. 52 condòmini su cui le Residenze avevano fatto confluire le loro deleghe ed i cui nominativi segnalati dagli Amministratori di Residenza sono riportati nella tabella qui di seguito:

AA

Inoltre in sede di apertura della Riunione si sono aggiunti n. 131 condòmini che avevano deciso di partecipare in proprio o tramite delega.

Il totale complessivo di partecipanti, con delega o presenti fisicamente, è stato di 1.055

( su un totale di n. 2.544 unità immobiliari complessivi nel territorio Comprensoriale).

Il totale dei millesimi presenti è stato pari a 428,76 come riportato per Residenza nella tabella di seguito e dove sono evidenziate le Residenze che non hanno raggiunto il 50% di partecipazione.

Obiettivo da raggiungere minimo 50% di partecipazione per Residenza

 BB

Risultano altresì presenti gli Amministratori di Residenza: Perotti, Casadio, Scoccimarro, Giovanzana, Mozzani e Peserico.

L’Amministratore dopo aver preso atto dei millesimi raggiunti conferma la costituzione dell’Assemblea ed invita l’ing. Cavalli a presiedere l’Assemblea mentre Frugone assume il ruolo di Segretario.

L’Amministratore illustra l’attività preparatoria svolta per la registrazione dei millesimi, stigmatizza il fatto che le Amministrazioni delle Residenze avrebbero dovuto raccogliere e certificare la corretta assegnazione delle deleghe entro il 20 Maggio u.s. ma che di fatto ciò non si era verificato e che solo a poche ore prima dell’avvio o ad inizio Assemblea erano pervenuti parte dei dati richiesti.

La mancata possibilità a deliberare causa sconcerto e disappunto tra i presenti, annulla il grande sforzo fatto dai Rappresentanti Comprensoriali ed Amministratori per cercare di raggiungere il quorum necessario, e lascia in sospeso importanti argomenti.

Dal dibattito che ne è seguito il dott. Galione ( Res.za Cerchi ) fà rilevare che il mancato raggiungimento dell’obiettivo è dovuto unicamente al fatto che alcune Residenze non hanno operato correttamente e per questi casi suggerisce che sarebbe necessario evidenziare la situazione direttamente ai condòmini delle Residenze inadempienti in quanto il comportamento lassista di alcuni ha vanificato gli sforzi degli altri.

Il dott. Pizzagalli ( Res.za Querce ) suggerisce di procedere comunque alle votazioni anche in mancanza del quorum legale a cui fà poi seguito l’avv. Verdesca ( Res.za Archi ) precisando che il rischio di impugnazione delle eventuali delibere sarebbe stato molto alto come pure i costi che di conseguenza ne potrebbero derivare.

Al termine di questa discussione l’Amministratore viene invitato ad illustrare brevemente gli argomenti previsti dall’ordine del giorno.

L’attenzione viene rivolta soprattutto alle attività di manutenzione straordinaria ed in particolare al tema delle infiltrazioni delle Residenze a schiera la cui disponibilità budgetaria non può essere deliberata.

Il dott. Buratto ( Res.za Ponti ) segnala che da parte della loro Residenza questo problema

( infiltrazioni ) è stato oggetto di particolare attenzione sia per le implicazioni derivanti dalla cattiva gestione esistente nei tunnel da parte del proprietario ( Com-It ), sia dei potenziali rischi di danni derivanti alle strutture dello stabile e non da ultimo del ruolo non chiaro svolto dal Comune di Segrate ( area privata asservita ad uso pubblico ).

Il dott. Pizzagalli ( Res.za Querce ) chiede che sia messo a verbale che l’Amministratore del Comprensorio di Milano2 quale responsabile dell’integrità della cosa comune, debba anche garantire la manutenzione e la sicurezza delle aree di competenza e di conseguenza intervenire in modo da poterla garantire, definendo tutti gli interventi ritenuti necessari

( quali per esempio la delimitazione di passaggio nelle aree critiche - pericolose ).

La Sig.ra Cassani ( Res.za Fiori ) segnala che la non corretta irrigazione automatica delle fioriere di alcuni condòmini nelle Residenze a schiera può causare lesioni alla guaina ed alla soletta delle passeggiate; la stessa ritiene che le Residenze coinvolte debbano intervenire sui danneggiamenti creati dai condòmini nelle zone dei box privati.

L’ing. Sacchetti ( Res.za Botteghe ) sollecita il Comprensorio ad intervenire anche sulle infiltrazioni sottostanti la Residenza Botteghe: l’Amministratore però evidenzia come il fondo relativo alla spesa da parte del Comprensorio era già stato accantonato nell’esercizio 2011 - 2012, mentre manca tutt’ora la disponibilità dei   proprietari dei box a concorrere alla spesa.

A conclusione del dibattito l’Amministratore evidenzia che per il tema delle infiltrazioni dovrà necessariamente essere definita una precisa strategia necessaria per soluzionare questo annoso problema.

Nel caso specifico della Residenza Ponti l’Amministratore segnala che dovrà intervenire presso il Comune di Segrate per evidenziare le problematiche sorte in questa Assemblea.

Per quanto concerne le spese straordinarie indispensabili ( stimabili in circa € 50.000,00 ), l’Amministratore annuncia che, con l’accordo e supporto del Comitato Comprensoriale si dovrà individuare una soluzione alternativa per poter sostenere queste spese.

La riunione si è chiusa alle ore 23,30.

          Il Presidente                                                        Il Segretario

        Cavalli Gabriella                                                 Frugone Massimo